top of page
  • Writer's pictureFrancesca Natali

So-Ham e il mio yoga journey

“Vedere il mondo in un granello di sabbia,E il cielo in un fiore di campo,Tenere l’infinito nel palmo della tua mano, e l’eternità in un’ora.” w. Blake

Tè e meditazione

Sono un’insegnante di yoga, di meditazione himalayana, di respiro e consulente nutrizionale. Dall’unione della mia passione per il tè e i miei studi ho creato un percorso per aiutare le persone a entrare in meditazione attraverso il rituale del tè, una pianta, apprezzata già duemila anni fa dai monaci zen, che ha due grandi proprietà: rinvigorisce il corpo allontanando la fatica e calma la mente.

A contrario di quanto si pensa, infatti, alcuni tipi di tè come il Matcha contengono degli aminoacidi, le teanine, che cambianol’attività elettrica del cervello portandoci con facilità in frequenze di onde alfa tra gli 8 e i 13,9 Hertz e corrispondente ad uno stato di rilassamento, le stesse coinvolte nella meditazione. Nel momento in cui la foglia viene a contatto con l’acqua calda si apre e rilascia il suo aroma. Osservarla è già un atto meditativo molto zen, che ci permette di stare nel qui ora, e di entrare in meditazione.


Mentre si aspetta l'infusione del tè, consiglio una meditazione con il mantra So-Ham, che unisce respiro e meditazione. Si sta seduti con la schiena dritta, se si può con le gambe incrociate nella posizione dello yoga Sukhasanama anche seduti sul divano, l’importante è che la schiena non sia appoggiata e la posizione sia eretta, altrimenti l’energia non può muoversi liberamente nel canale centrale che ha il nome di Sushumna Nadi. Con le mani sul ventre per percepire meglio il flusso di aria, pronunciamo mentalmente il mantra So quando inspiriamo, Ham quando espiriamo. Il mantra distrae la mente dai pensieri permettendoci di essere nel qui ora percependo la nostra connessione con la natura e la risposta alla domanda: io chi sono? Si può iniziare con 5 minuti tre volte al giorno. Se si vogliono dei cambiamenti a livello celebrale e chimico della cellula si dovrebbe meditare almeno per 10/20 minuti. Importante è la costanza.


Quando prepariamo una tazza di tè fiorisce in noi la consapevolezza di essere parte di un mistero in cui il rito diventa nostro complice

Quando offriamo una tazza di tè assaporiamo l’istante e la caducità della nostra esistenza che si illumina nella relazione con l’altro

Quando gustiamo una tazza di tè diventiamo l’universo e la sua essenza si fonde in noi.


Amare il tè significa amare la natura, trovare l’armonia espressione dell’universo, seguire la melodia dei gesti e il suono del mondo. Significa dedicare tempo a conoscere culture e tradizioni lontane. Assaporare la vita, connettersi con la voce segreta dell’anima… Con una tazza di tè tra le mani possiamo vivere un’esperienza unica.







13 views0 comments

コメント


bottom of page